Alla scoperta di Ospizio Bernina, lungo la route del Trenino Rosso

Alla scoperta di Ospizio Bernina, lungo la route del Trenino Rosso

Quando arrivi a Ospizio Bernina te ne accorgi subito: il Lago Bianco, con quel suo bagliore, si fa immediatamente riconoscere, e ti permette di capire a quale stazione sei. Un luogo incantevole, che ti accoglie, proprio come suggerisce il nome: dal latino hospitium, è sinonimo di una struttura adibita all’accoglienza temporanea di coloro che passano da un determinato luogo.

L’Ospizio Bernina, che si trova a 2310 metri di altitudine, è il punto più alto che raggiunge il Trenino Rosso, nella sua tratta Tirano-Saint Moritz (e viceversa), ed è immerso in una natura idilliaca a tratti incontaminata, protetto dalle vette del Sassal Masone e del Piz Cambrena, con i loro 3031 e 3604 metri di altezza.

Zona, questa, molto amata già durante l’Ottocento, anche per via delle prime importanti spedizioni escursionistiche sulle Alpi. Sassal Masone divenne infatti meta molto ambita da Otto Von Bismark e Marcel Proust, per la sua posizione strategica. Non solo perché da lì è possibile godere di una vista mozzafiato su Poschiavo, Cavaglia e il ghiacciaio del Palü, ma anche e soprattutto per il Lago Bianco, che con quel suo colore magico, si estende per un chilometro quadrato e mezzo, grazie all’intervento dell’uomo che, nel 1910, costruì una diga per i periodi di secca.

Ospizio Bernina- Stazione

L’Ospizio Bernina, proprio nel punto strategico del lago, ti permette di essere al centro di uno spartiacque molto importante. Ti trovi infatti tra il Mar Nero e il Mar Adriatico, nonché a cavallo tra il confine linguistico e culturale dell’ l’italiano di Poschiavo e la lingua romancia, parlata in Engadina.

Trenino Rosso del Bernina

Ospizio Bernina: curiosità storiche

Secondo alcuni ritrovamenti archeologici, tra cui ferri di cavallo e oggettistica in pietra, i primi insediamenti di questa zona risalgono al VII secolo d.C., con un periodo florido durante l’epoca romana e con i pellegrini che, nel corso dei secoli, transitavano per imboccare la via Francigena a Pavia.

A partire dal 1° luglio 1909, l’Ospizio Bernina è entrato a far parte della linea della Ferrovia Retica, e da allora è diventato sempre più conosciuto, ammirato e immortalato in foto e video diffusi sul web.

Soggiornare a Ospizio Bernina

Nel caso volessi trascorrere un romantico weekend in questo luogo di benessere, per goderti un tramonto da favola, approfittane subito, anche per la cucina. 

Risotti, polenta, pizzoccheri: i piatti per eccellenza accompagnati da un buon bicchiere di vino rosso, mentre chiacchieri, magari con gli altri ospiti o escursionisti che trascorrono la notte nella tua stessa struttura.

E il giorno dopo, parti alla scoperta degli usi, dei costumi e degli stili di vita di chi, cento e più anni fa, viveva all’Ospizio Bernina, e non sapeva neanche cosa fosse la tecnologia: si limitava ad assaporare ed assorbire tutto quello che il paesaggio poteva offrire, senza social, hashtag o emoticon. Natura pura, incontaminata, pulita, rilassante.

Assolutamente da provare, quindi organizzati e regala a te e alla tua dolce metà o a un’amica l’emozione di salire sul treno rosso più fiammante del mondo, per esplorare paesaggi che sembrano photoshoppati o usciti da una favola, ma che invece sono reali, e sono pronti per essere esplorati.

Parti per il tuo Viaggio sul Trenino del Bernina!

Scegli fra le nostre Soluzioni di Viaggio con weekend o giornata singola a bordo del Trenino Rosso del Bernina dalla tua città!

Con noi ti godi l'esperienza unica di un Viaggio sul Trenino Rosso!

PRENOTA CON 10€!
Salda prima della partenza!

Da che città vuoi partire?

Viaggia con Noi!

You have Successfully Subscribed!