St. Moritz, perla della Svizzera - Trenino del Bernina

St. Moritz, perla della Svizzera

Lusso, raffinatezza ed eleganza: sono queste i primi pensieri che si formano alla parola Sankt Moritz – ufficialmente St. Moritz – gioiello svizzero nella valle dell’Alta Engadina. La rinomata stazione sciistica affacciata sull’omonimo lago ha maturato, infatti, negli anni l’allure di meta esclusiva prediletta da un turismo d’élite che dalla montagna non vuole solo impianti efficienti e piste innevate ma anche mondanità, intrattenimento culturale e divertimento. Forse perché St. Moritz, in origine, era nota come meta estiva ed ha scoperto più tardi la sua vocazione di località montana: fatto sta, che quando cadono i primi fiocchi di neve, la cittadina brulica di turisti e personaggi del jet-set internazionale che si perdono tra le innevate piste da sci e Via Serlas, la via dello shopping più alta d’Europa (qui si concentra, neanche a dirlo, il più alto numero di boutique di famose case di moda).

Set di numerose pellicole di successo – da L’uomo che sapeva troppo di Alfred Hitchcock a Vacanze di Natale ’91 con l’indimenticabile duo De Sica-Boldi – ha accresciuto la sua popolarità per aver ospitato per ben due volte i Giochi Olimpici Invernali, per la sua storica pista da bob per i campionati del mondo realizzata in ghiaccio naturale (la Cresta Run) e per una pista di ghiaccio olimpica all’aperto.

Seppur St. Moritz faccia registrare il maggior numero di presenze nel periodo invernale, nel clou della stagione sciistica (da dicembre a marzo) grazie a giornate limpide e neve farinosa, anche la parte centrale dell’estate (da giugno ad agosto) è un periodo di grande affluenza turistica. Per gli amanti del trekking, d’altronde, l’area offre molte occasioni per incantevoli escursioni a piedi – o in bicicletta, per chi predilige questo mezzo di trasporto – e per coloro che, invece, sono più pigri e desiderano solo relax luglio ed agosto sono i mesi dedicati alla buona musica: quella classica con l’Engadin Festival e il jazz con l’omonimo Festival. Anche durante la stagione invernale, comunque, St. Moritz organizza esclusivi eventi, soprattutto sportivi: la Coppa del Mondo di Polo sulla Neve (a gennaio), la White Turf, corsa di cavalli sul lago ghiacciato e il Cricket on Ice (a febbraio) ed, infine, la Engadin Skimarathon, la più importante gara di sci di fondo della Svizzera (in marzo).

St. Moritz, sinonimo di cultura

La cittadina si sviluppa armoniosamente su una sponda dell’omonimo lago, che con una superficie di appena 0.78 km², è lo specchio d’acqua più piccolo fra quelli dell’alta Engadina. Eppure, nonostante le dimensioni ridotte è estremamente affascinante e con tante storie da raccontare.

Prima di tutto, curioso sapere che, nel mese di febbraio, approfittando delle acque ghiacciate, fin dal 1907 si svolgono alcune corse di cavalli. Correva l’anno 1928, invece, quando il lungo lago fu tetro di alcune prove valide per le Olimpiadi invernali e il 1988 quando venne organizzato il primo torneo di cricket su superficie ghiacciata. Infine, altro aneddoto curioso – e sfortunato – riguarda il giocatore britannico David Gower che, nel gennaio del 1990, parcheggiò la sua auto a noleggio al centro del lago, la quale però durante la notte spezzò lo strato ghiaccio e si inabissò.

St. Moritz, il capolinea del Trenino del Bernina

Per gli amanti dei panorami suggestivi, impossibile perdersi la Funicolare Corviglia che da St. Moritz Dorf sale su, fino a 2.486 metri di altezza, con una tappa intermedia a Chantarella (2.005 m.s.l.m.). Da Corviglia in estate è possibile proseguire tramite cabinovia fino al Piz Nair, a oltre 3.000 metri di altezza, che ospitato molte gare di sci alpino, anche a livello olimpico ed è l’ideale per passeggiate e pranzi in quota.

Arte a St. Moritz

St. Moritz, però non è sola natura e sport bensì anche cultura che si esplica nella St. Moritz Design Gallery: dal passaggio pedonale nei dintorni del Badrutt’s Palace Hotel scendendo fino al lago sono state collocate circa 35 vetrine illuminate, nelle quali ogni anno vengono realizzate diverse mostre, con manifesti di particolare valore. Il risultato è una design gallery, appunto, aperta tutti i giorni dell’anno, 24 ore su 24, e che offre ai passanti temi attuali sotto forma di manifesto. Ma non solo.

St. Moritz- Museo Segantini

St. Mortiz è anche la patria del Museo Segantini, eretto nel 1908 come sorta di monumento visitabile in memoria del grande artista, che trascorse gli ultimi anni della sua vita proprio qui, in Engadina. L’edificio, che contiene la più ampia collezione segantiniana del mondo, circolare con la cupola imponente richiama la forma del padiglione progettato da Segantini per l’Esposizione universale del 1900, che avrebbe dovuto ospitare il suo Panorama dell’Engadina. Il Museo è stato completamente ristrutturato, restaurato e ampliato tra il 1998 ed il 1999.

Infine, stupirà sapere che la Torre Pendente non è prerogativa solo di Pisa: certo, quella di St. Moritz è meno famosa ma non per questo meno suggestiva ed anzi, ha una pendenza anche maggiore della parente toscana (ben 5.5 gardi). Risalente al XII secolo, è alta 33 metri ed è tutto ciò che resta dell’antica chiesa di S. Maurizio, demolita poco più di 100 anni fa.

Parti per il tuo Viaggio sul Trenino del Bernina!

Scegli fra le nostre Soluzioni di Viaggio con weekend o giornata singola a bordo del Trenino Rosso del Bernina dalla tua città!

Con noi ti godi l'esperienza unica di un Viaggio sul Trenino Rosso!

PRENOTA CON 10€!
Salda prima della partenza!

Da che città vuoi partire?

Viaggia con Noi!

You have Successfully Subscribed!